La Storia

Il luogo in cui l’Associazione Il Lazzaretto abita e opera non è neutro, ma ha una storia profonda e significativa.

 

La sua sede affaccia infatti sull’area del vecchio Lazzaretto di Milano, la cui vicenda remota è tramandata da storici e letterati. In tempi più recenti, lo spazio è stato dapprima spazio di lavoro (fonderia e officina), in seguito ambito di produzione creativa (atelier di scultura).

Lo stile del Lazzaretto è innanzitutto caratterizzato dall’appartenenza a questo luogo e dalla consapevolezza delle storie che esso racchiude. Nel suo operare, l’Associazione vuole attingere alla ricchezza del passato in modo tale che parti di esso possano essere riattualizzate e trasfigurate nel presente. Le lontane vicende di contagi e malattie, quelle più vicine di lavoro e di produzione creativa possono oggi divenire contaminazione, virale sì, ma di domande, idee, energie e inclinazioni al nuovo e all’inaspettato.

Radicamento nello spazio e nel tempo significa anche apertura e responsabilità verso il contesto, sia quello prossimo che quello più ampio e allargato. Da questo punto di vista Il Lazzaretto è anche ambizione a generare progetti che sviluppino forti connessioni con il quartiere e contemporaneamente abbiano un respiro internazionale, che offrano risposte e opportunità alla città e siano insieme aperti al territorio globale.