Le Follie del Conte Mario

Gianni Moretti / Chiara Ronzoni
In collaborazione con Silvia Gottardi

www.ilfestivaldellapeste.com/2020/#/le-follie-del-conte-mario


Le Follie del Conte Mario è un progetto incentrato sulla vicenda di Consonno, una cittadina in provincia di Lecco che negli anni ’60 è stata acquistata, demolita e ricostruita per la creazione di una “città dei divertimenti”. Questa vicenda ha fornito a Gianni Moretti (artista) e Chiara Ronzoni (psicoterapeuta) lo stimolo per approfondire le varie forme di follia che essa rappresenta (imprenditoriale, ambientale, culturale, umana), divenendo il punto di partenza per un viaggio straordinario.

Interamente sviluppato sul world wide web, il progetto prevede la costruzione di una folle mappa che guidi lo spettatore, attraverso 13 video realizzati ad hoc, nelle strade della cittadina brianzola alla scoperta della storia del Conte Mario, l’imprenditore che ideò e realizzò questa impresa, ma anche in altre suggestioni ispirate da questa vicenda. La mappa interattiva prenderà vita nella stanza dedicata al progetto e il viaggio attraverso queste straordinarie follie sarà raccontato sul sito e attraverso i canali social della Fondazione dal 12 al 15 novembre 2020.

Gianni Moretti / Chiara Ronzoni in collaborazione con Silvia Gottardi
Contributi audo di: Rosanna Camagni, Nicola Castelli, Anna Denicoli, Laura Febbroni, Cesare Galluzzo, Camilla Giubileo, Eleonora La Rocca, Marco Malagodi, Marika Milani, Lorenzo Perego, Giovanni Ragonesi, Sara Vavassori


BIO

Gianni Moretti (Perugia, 1978), vive e lavora tra Milano e Berlino. La sua ricerca artistica è esposta in mostre personali e collettive in Italia e all’estero. Nel 2008 ha realizzato le scenografie per la “Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi” (Milano). Nel 2015 è stato nominato Accademico di Merito dall’Accademia di Belle Arti di Perugia. Dal 2015 è docente di “Anatomia dell’immagine” presso LABA, Libera Accademia di Belle Arti, Brescia. Il suo lavoro è presente in collezioni private e pubbliche: Museo di Palazzo Poggi, Bologna; Museo d’Arte Contemporanea, Lissone; Museo MAR, Ravenna; Museo storico della Resistenza di S.Anna di Stazzema, Lucca; Collezione Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano; Museo dell’Accademia di Belle Arti, Perugia.

Chiara Ronzoni è psicoterapeuta con oltre dieci anni di esperienza nell’ambito del sociale. Ha coordinato percorsi di prevenzione all’interno di istituti scolastici sui temi del bullismo, della sessualità e dell’affettività; ha gestito progetti di peer-education sulle dipendenze. Lavora presso una comunità milanese che accoglie mamme con bambini e collabora con il consultorio Aied. Ha scelto di lavorare come terapeuta, e su se stessa, seguendo l’approccio bioenergetico, ovvero con la parola e con il corpo.

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da Federico