TEATRO DELLE MOIRE E CINZIA DELORENZI

dal 01 aprile 2016 / ore 20:30 al 02 aprile 2016 / ore 20:30

SANTE DI SCENA
Un viaggio nell’iconografia delle monache visionarie e non, signore di fede che hanno saputo essere nella realtà e allo stesso tempo fuori dalla realtà, allestendo rappresentazioni per vivere la propria differenza di sguardo. La santa vista come strepitoso meccanismo teatrale, dunque, una liturgia del gioco in cui si stabiliscono graffianti contaminazioni tra passato e presente, fra le estasi mistiche, le sante medievali e certe degenerazioni pop del mondo religioso.


TEATRO DELLE MOIRE
Interessato a indagare nuove forme di linguaggio, il Teatro delle Moire ha frequentato molti ambiti ed esperienze di creazione e di rappresentazione, così che le sue produzioni non si possano ascrivere a nessuna categoria specifica, se non inserirle in una dimensione di ricerca. Gli spettacoli della compagnia sono caratterizzati da una dimensione non narrativa, che ha il suo punto di forza nella creazione di immagini e di figure, presenze che appaiono in modo sorprendente e che si affrancano dal concetto di interpretazione. Altra cifra che connota il lavoro della compagnia è il gusto per il paradosso e una dimensione surreale. Dal 1999 Teatro delle Moire cura a Milano Danae Festival.

CINZIA DELORENZI
Danzatrice, coreografa, formatrice. Da tempo sui passi di una ricerca che incrocia corpo, tocco, gesto danzato e creazione artistica. Integra lo studio delle discipline somatiche a una riflessione sulla trasmissione intesa come creazione di uno spazio di rigenerazione per l’individuo e il gruppo orientati all’espressione artistica, che sviluppa nei suoi laboratori in natura e in studio. Collabora come docente al corso biennale di scritture per la danza contemporanea di Raffaella Giordano e nella formazione triennale in Danza Sensibile di Claude Coldy.

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da Federico Basile