ALESSANDRO COSTARIOL

dal 14 aprile 2015 al 19 aprile 2015

CODEX

 

Nel 1799 presso la città di Rosetta venne rivenuta la famosa Stele, ora esposta a Londra. Sulla superficie granitica risalente al 196 a.C. venne inciso lo stesso testo in tre lingue diverse tra cui il greco, l’unica conosciuta al momento della scoperta.
La straordinaria circostanza, rese perciò possibile, la decodifica della scrittura geroglifica fino ad allora sconosciuta.
Nel caso dell’opera esposta invece, un verso criptato senza un confronto diretto con nessun altro idioma conosciuto, risulta illeggibile. Sepolto nel mistero assoluto.
Si ottiene dunque una decorazione apparentemente priva di significato. Come fosse generata da una macchina, l’opera riflette sul concetto di assenza/digiuno/privazione della lettura e dunque di conoscenza. Soltanto l’artista possiede la chiave di decodifica.

 

 

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da Federico Basile