MARILIA ALBANESE 
IL SILENZIO DEL CORPO E DELLA MENTE

25 febbraio 2016 / ore 18:30

Molte le componenti simboliche del digiuno nell’ambito della cultura indiana, ove diminuire e sospendere il cibo è anche metafora della riduzione del potere inquinante e bulimico dei pensieri. Pratica antichissima, il digiuno favorisce una maggiore consapevolezza dell’essenzialità ed educa ad un sereno distacco.


Marilia Albanese

Laureata con lode in Sanscrito e Indologia all’Università Cattolica di Milano e diplomata in Lingua Hindi e Cultura Indiana presso l’Istituto Italiano per l’Africa e l’Oriente, ne ha diretto la sezione lombarda fino alla chiusura nel 2011. È stata preside della Civica Scuola di Lingue e Culture Orientali di Milano dal 1992 al 2000. Ha condotto i suoi studi in diversi paesi asiatici, tra cui l’India, che ha visitato una quarantina di volte anche su invito dello stesso Governo Indiano. Ha tenuto seminari presso l’Università degli Studi di Milano, la IULM e la Bocconi e ha insegnato Arte Scenica Indiana presso il Conservatorio di Vicenza “Arrigo Pedrollo”. È stata per dieci anni presidente della YANI (Yoga – Associazione Nazionale Insegnanti). Ha curato la mostra “Magie dall’India: dal tempio alla corte, capolavori d’arte indiana” a Casa dei Carraresi di Treviso.

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da Federico Basile